Prendersi la responsabilità di se stessi – Osho

Domanda: Queste parole “prendersi la responsabilità di se stessi”, mi confondono. Io sono un individualista e mi piace stare per conto mio. Se faccio quello che sembra giusto per sostenere me stesso, non è forse un modo di nutrire il mio ego? Dov’è il limite tra assumersi la responsabilità di se stessi e alimentare l’ego soddisfacendo le sue tendenze?

Risposta: Non c’è limite nel prenderti la responsabilità di te stesso. E la domanda è sorta… e non solo questa domanda, molte domande nascono perché tu ti limiti a pensarci, non fanno parte delle tue esperienze esistenziali. Se ti assumi la responsabilità di te stesso, non puoi essere un egoista, perché essere un egoista significa semplicemente che sei profondamente addormentato e non puoi assumere alcuna responsabilità.

La responsabilità giunge con la consapevolezza, con l’attenzione. Stai ponendo una domanda intellettuale, del tipo: “Quando portiamo luce nella stanza, cosa ne faremo del buio? Dove dobbiamo buttarlo?” A livello intellettuale è giustissima: c’è buio nella stanza, e tu dici: “Portando luce nella stanza, sorge la domanda: ‘Dove si deve spingere il buio, in quel caso? Dove dovrà essere gettato via? In che modo?’” Ma non è esistenziale. Prova soltanto a introdurre la luce e non ci sarà alcun problema rispetto al buio. Non ci sarà più alcuna oscurità!

Responsabilità è consapevolezza, attenzione, presenza cosciente. L’ego è solo inconsapevolezza. Non possono coesistere. Man mano che diventi più consapevole, ti avvicini di più alla luce, e qualunque cosa appartenga al mondo dell’oscurità comincia a scomparire. L’ego è null’altro che oscurità. Quindi ricorda una cosa: cerca di fare domande che siano esistenziali. Le domande intellettuali possono sembrare logiche, ma in realtà sono assurde. Prova a essere responsabile, e nell’essere responsabile dovrai essere consapevole e attento. Restando responsabile, creerai la luce che dissipa automaticamente l’oscurità dell’ego.

https://www.meditare.net/wp/consapevolezza/prendersi-la-responsabilita-di-se-stessi-osho/