Salute, Sesso e Longevità [-2- l’approccio taoista al sesso]

20 SETTEMBRE 2015


La differenza essenziale tra la natura sessuale dell’uomo e della donna  è nella diversa natura dell’orgasmo maschile e femminile. Quamdo un uomo eiacula, proietta il suo seme-essenza fuori dal suo corpo.

Quando la donna raggiunge l’orgasmo, anche lei eiacula varie sorte di secrezioni internamente, ma le ritiene nel suo corpo.
Sia per l’uomo che per la donna, l’esenza sessuale è un importante accumulatore di energia vitale e una fonte principale di resistenza e immunità.
La contrastante natura dell’orgasmo maschile e di quello femminile ha importanti applicazioni per due tipi di attività sessule che hanno suscitato una quantità di controversie durante i secoli e sembrano oggi molto popolari: la masturbazione e l’omosessualità. Visti con l’ottica dello Yin e dello Yang, i risultati di queste due attività sono molto diversi negli uomini e nelle donne.
Per l’uomo, la masturbazione rappresenta un’irrecuperabile e non compensata perdita di seme-essenza Yang. Mentre i maschi sani tra i 16 e 21 anni sono vere fontane di seme, per cui la masturbazione è relativamente innocuoa, quando raggiungono all’incirca i 25 anni di età, tutti i sintomi maschili cominciano a sentirsi: debolezza nelle coscie e nelle ginocchia, intorpedimento nella regione lombare ecc. Raggiunti i 30 anni gli uomini dovrebbero troncare del tutto questa abitudine AUTODISTRUGGENTE e cominciare a conservare il seme esclusivamente per i loro rapporti con le donne. Continuare la pratica della masturbazione negli anni oltre i 30, essi tolgono a se stessi quell’essenza e quell’energia che alimentano la loro vita e proteggono la loro salute.
La donna invece può praticare la masturbazione quanto vuole senza danneggiare le sue risorse di essenza e di energia. Poichè esse non raggiungono l’apice della loro potenza sessuale mediamente in prossimità dei 30 anni ( a diffeenza degli uomini che lo raggiungono mediamente intorno ai 18 anni); la masturbazione diviene anche più importante per le donne, perchè esse divengono mature  quando tanti uomini cominciano a perdere la loro potenza ( circa intorno ai 35-40 anni).
” Tanto il Fuoco come l’Acqua possono uccidere, tuttavia entrambi possono anche concedere vita. 
Dipende interamente da come si conosce e si pratica il Tao. “

N.B: continua…

Salute, Sesso e Longevità [-1- l’approccio taoista al sesso]

18 SETTEMBRE 2015

foto da immagini google

“Tutte le migliori medicine e i buoni cibi del mondo non possono aiutare a raggiungere la longevità se non si conosce e non si pratica il Tao di Yin e Yang” ((Ko Hung)

La Via di Yin e Yang assume grande rilievo nel sistema taoista della salute e della longevità. Quando il sesso viene praticato secondo la Via, diviene una esauribile fonte di energia.

Imperatore Giallo: Non voglio più fare l’amore.  
Fanciulla Semplice: Come esseri umani, non dobbiamo far nulla che contraddica la natura. Adesso, vostra maestà desidera astenersi dal rapporto sessuale e questo è interamente contro natura. Se un uomo riesce ad imparare a controllare e regolare le sue eiaculazioni durante l’atto sessuale, può derivare grandi benefici da questa pratica.

Impratore Giallo: Come può esservi piacere nell’atto sessuale senza l’eiaculazione? 

Fanciulla Arcobaleno: E’ generalmente accettato che un uomo prova grande piacere nell’eiaculazione; ma quando impara il Tao di yin e yang vuole eiaculare sempre meno. Questo non diminuirà egualmente il suo piacere. Tuttavia se uomo regola le sue eiaculazioni fino a un assoluto minimo e trattiene il suo seme, il suo corpo diventerà forte, la sua mente sarà chiara e il suo udito miglioreranno. Negandosi la fuggevole sensazione di piacere nell’eiaculazione, il suo amore per la sua donna aumenterà di molto. Egli avrà la sensazione di non poterla mai avere abbastanza. 

foto da google

   

N.B: continua…

Salute, Sesso e Longevità [-4- l’approccio taoista al sesso]


La Grande Libagione

Con il termine “picchi”, la tradizione taoista si riferisce alle labbra e alla lingua, ai due seni e al Monte di Venere del corpo della donna, mentre con i termini: Grande Libagione ci si riferisce alle varie secrezioni prodotte da questi picchi durante il rapporto sessuale. A seconda del grado di eccitazione,si  producono dei fluidi propri ad ogni livello di eccitazione. Si dovrebbe imparare a condurre l’eccitazione della donna verso i livelli più alti in modo tale che ognuna di queste fonti di energia producano le proprie secrezioni.  
In questo modo la donna raggiungerà l’orgasmo.  L’uomo potrà trarne benefici per la propria salute e vitalità.


Il primo livello di eccitazione conduce all’attivazione(primo picco) nella donna,delle labbra e la lingua. L’essenza prodotta fuoriesce da almeno due condotti al di sotto la lingua della donna. Una volta che le prime secrezioni sono incominciate l’uomo dovrebbe stare molto attento nel condurre la donna al secondo livello di eccitazione, poiché qualsiasi disattenzione potrebbe bloccare l’amante e impedire che l’eccitazione aumenti.


Se la donna raggiunge il secondo livello di eccitazione (picco centrale),   inizierà a secernere l’essenza detta Bianca Neve, la quale è secreta dai capezzoli della donna, essa è di gran lunga superiore  alle altre libagioni, specialmente se la donna non ha mai allattato, si crede, contenga la forza e vitalità stessa della donna, la quale verrà trasmessa all’uomo, e unendola alla sua essenza.


Quando il volto della donna diventa rosso e la sua voce inizia a diventare un sottile lamento, la terza libagione inizierà a produrre l’essenza conosciuta con il nome di “Fiore di Luna”, la fonte di tutti i prodigi.

Il Palazzo dello Ying normalmente è chiuso e si apre solo quando la donna è completamente eccitata e se ella raggiunge l’orgasmo superiore conosciuto come Alta Marea, il suo vaso di essenza si rovescerà lasciando fuoriuscire il “Fiore di Luna.”A questo punto l’uomo dovrebbe ritirare il suo stelo di giada di almeno due centimetri e continuare a spingere utilizzando la tecnica del 1-10 con la quale la donna potrà mantenere lo stato di eccitazione per tutto il tempo che l’uomo saprà.

Agli occhi di chi conosce il Tao di Ying e Yang la libagione dei tre picchi apparirà del tutto normale e non vi sarà bisogno di eseguire nessuna regola come se fosse una regola… le tecniche taoiste devono essere applicate con tutta naturalità, senza sforzo alcuno né intenzione, dovrebbe essere l’eccitazione stessa prodotta dal rapporto con il proprio partner a guidare l’amante verso un orgasmo superiore, condizione necessaria perchè i Tre Picchi possano produrre le proprie secrezioni armoniosamente.

NB: gli argomenti esposti sono tratti da testi dedicati e dal web, liberamente adattati.

http://diarioquotidianoditaoista.blogspot.it/2011/09/salute-sesso-e-longevita-4-lapproccio.html

IL TAO DELL’AMORE:

Possiamo iniziare questo lunghissimo studio, dicendo che i Taoisti hanno da sempre utilizzato l’energia sessuale principalmente per tre scopi:
1: Gioco e svago
2: Guarigione fisica,mentale e spirituale
3: Trasformazione e illuminazione (Unione con il Tao – Dio).
Poi vedremo come scegliere il patner adatto e qui la cosa si complica un po’.

La differenza fondamentale tra la natura sessuale dell’uomo e della donna è nella diversa natura dell’orgasmo.
Quando l’uomo perde il seme (eiacula) perde gran parte della sua forza costituzionale (Jing); mentre per la donna è completamente diverso..
L’orgasmo per la donna è una forma di rigenerazione a tutti i livelli:
fisico,energetico,mentale e spirituale.
Ecco perché si dice nel Taoismo: “la donna comanda la stanza da letto”.
E’ la regina su molti livelli.
L’uomo occidentale perde il suo seme ad ogni rapporto e così facendo diventa sempre più debole: si ammala più facilmente e invecchia velocemente.
La donna invece si rafforza sempre di più; infatti vediamo che la donna è normalmente più longeva dell’uomo.
Non bisogna pensare che l’uomo deve negarsi il piacere dell’orgasmo, ma deve imparare ad avere un’altra forma di orgasmo.
Con questa tecnica non perde il seme e può vivere la sessualità come una profonda pratica spirituale e di guarigione.
Si dice” La natura dell’uomo è yang e quindi facilmente eccitabile.
Si eccita facilmente ma con la stessa velocità si spegne.
La natura della donna è yin, si eccita lentamente e ci mette molto per trovare piacere”.
Insomma sono due mondi opposti e complementari che devono o possono trovare dei modi per comunicare ed imparare insieme.

Nell’Tao dell’amore i praticanti si alimentano a vicenda.
L’uomo raccoglie il massimo dello yin dalla donna e la donna il massimo dello yang dall’uomo.
Si inizia con delle pratiche respiratorie molto semplici, poi si continua mettendo in contatto le zone dei rispettivi Tan Tien (sotto l’ombelico) e in questo tocco si respira insieme.
In realtà inizia già uno scambio profondo dello yin e dello yang.
E principalmente si gioca,si sdrammatizza l’atto sessuale e ci si incontra su un piano diverso.
Di crescita e di alta spiritualità; il corpo e le sue innumerevoli energie vengono usati per crescere e comprendere di più la nostra relazione con l’universo.
Quando arriva il momento dell’orgasmo e qui siamo sempre nella prima fase
(gioco – piacere – istinto), la ritenzione del seme da parte del maschio lo rafforza e nutre il suo cervello (mare del Qi del midollo) e anche i reni.
La donna non è privilegiata per il fatto che non trattiene il seme ma possiamo dire che è assolutamente la dominatrice della stanza da letto.
Nel Tao dell’amore l’obiettivo non è la longevità o il piacere dei sensi.
Il fine è la conoscenza di noi stessi e di conseguenza della vita.

Il Lamento dell’imperatore giallo: 
“ Ho logorato il mio corpo, la mia mente, non ho più energia e ho perso completamente la felicità!”.
La Donna semplice gli rispose : “La ragione della tua debolezza sta nell’ errore che commetti quando ti unisci con una donna; non bisogna mai dimenticare che l’acqua spegne sempre il fuoco (lo yin prevale sullo yang in questo caso); quindi annulla anche il fuoco dell’uomo (il suo yang; lo yang del cuore e dei reni).
Per questo bisogna imparare l’armonia di miscelare lo yin e lo yang, senza disperdere nulla ma anzi accumulando forza e virtù!”.
Si sa o meglio la tradizione dice così che l’imperatore aveva chiesto anche all’avo Peng quali erano le arti per prolungare la vita a la saggezza e la risposta dell’immortale fu: “ Molte cose prolungano la vita; la bontà del cuore e la sua pace; alcune erbe, l’amore e la pratica dei principi universali, ma l’arte dell’alcova è la superiore di tutte.
L’uomo si accoppia con la donna e il cielo con la terra ; ed è per questo che cielo e terra (che sanno come fare) possono durare in eterno.
Ma l’arte dell’alcova è facile da capire ma molto difficile da applicare!”.

La lontananza dell’uomo dalla donna e viceversa è sempre negativa.
Insieme possono coltivare l’elisir di lunga vita e raggiungere livelli altissimi di realizzazioni spirituali.
Quando la pratica è corretta possono avare in una notte anche più di 10 rapporti.
Chi dei due conosce tutti i passi della pratica non deve rivelare tutti i segreti subito, perché l’ingenuità e il fatto di consegnarsi a cuore aperto, favorisce il movimento del Qi.
Gli spiriti comunicano tramite i corpi e in qualche modo si raccontano i segreti della vita universale; questo è meraviglioso.
Nell’arte dell’alcova tutto è armonioso: ogni gesto è dolce e carico di pace.
Si osservano i colori del compagno e lentamente si pratica in modo naturale;ma la naturalezza e la pace sono obbligatori.

La donna stimola e provoca l’energia dell’uomo, ma per dirigere il Qi dell’uomo in modo corretto il cuore della donna deve essere puro e il suo spirito calmo.
Ma per nutrire l’energia dell’uomo la donna deve aspettare che l’uomo si stabilizzi nel piacere fisico più alto; che poi viene trasformato in energia spirituale.
Il punto nella pratica non è ne il piacere fisico ne raccogliere il fluido vitale; per entrambi, ma solo avere quell’atteggiamento fisico,mentale,spirituale che in qualche modo richiama gli spiriti (Shen) nelle coscienze dei praticanti.
Quando gli Shen sono a casa,allora inizia la vera pratica, perché l’uomo e la donna sono guidati da queste intelligenze superiori.
Si dice che quando lo yang nutre lo yin non esiste malanno che non allontani.
Quindi la donna cerca lo yang dell’uomo e l’uomo cerca lo yin della donna.
E’ una forma di alchimia meravigliosa che genera la vita a tutti i livelli:
dal livello animale a quello spirituale.

Prima di qualsiasi rapporto l’uomo dovrebbe eccitare moltissimo la donna.
I segni sulla donna sono molto chiari; i segni che ci fanno capire che è pronta per la penetrazione.
Occhi lucidi; labbra umide o bagnate;contrazioni spontanee; come una sensazione di stordimento.
Qualche volta anche palpitazioni.
Le penetrazioni sono lente ma forti; poi si aspetta.
Normalmente ci sono 3 penetrazioni profonde e una superficiale.
Possiamo parlare di una figura mitica che trova nel Tao dell’amore una posizione centrale: è la regina madre d’occidente, si dice che è diventata immortale assorbendo il liquido seminale dei giovanetti inesperti.
La donna per la tradizione medica cinese difetta di sangue,ma può sostituirlo con lo sperma dell’uomo.
C’è quindi anche l’ipotesi dove è la donna che alimenta la propria vitalità grazie all’uomo.
In realtà se la tecnica è praticata in modo corretto, tutti e due incrementano la loro vitalità.
Nella coppia ci vuole una calma profonda; i cuori e le menti devono essere completamente in pace;il compagno si comporta come un innamorato al primo incontro: aspetta con calma che l’altro raggiunga il massimo godimento; solo così si può poi accedere a livelli di consapevolezza molti più alti.
E’ lo yin che nutre lo yang e viceversa.
Nel Tantra Taoista ci sono 3 stanze (o passaggi) da superare per arrivare allo yoga (unione con il Tao).
La prima stanza (la più difficile ) è la stanza di carne,qui bisogna liberarsi di tutti i pregiudizi,le paure,la finta moralità che abbiamo sul sesso.
Quindi si va a toccare le nostre radici e il nostro lato animale;liberiamo così le forze più oscure e potenti dell’energia sessuale e del desiderio.
Tocchiamo praticamente tutto quello che per noi è sempre stato vietato.
Il fine qui è il godimento dei sensi al massimo livello.
Questo passaggio è per noi molto difficile;primo non siamo tutti così disinibiti, poi la nostra cultura (cristiana cattolica) ci vieta un po’ questo modo di vivere la sessualità.
La seconda stanza è quella dei fiori dove i praticanti imparano a gestire,guidare e manipolare l’energia sessuale (Yuan Qi) a scopo terapeutico.
Qui la sessualità viene impiegata per curare i disturbi fisici,psicologici ed energetici dei praticanti.
Si utilizza l’orgasmo come strumento di cura.
I corpi si muovono come in una danza dove i canali dell’energia vengono stimolati a fini terapeutici.
La terza ed ultima stanza è quella della luce:
i praticanti nell’amplesso fanno congiungere tutte le loro energie sulle sommità del capo e realizzano i 2 yoga(unioni).
Prima la loro (si uniscono nel gesto sessuale) e poi la più importante:
fondono le loro energie con quella cosmica (yoga); realizzando così l’unione suprema con l’assoluto: Dio! Tao!
Questi sono i passaggi dello yoga Taoista del sesso.

Dragonero
http://divinetools-raja.blogspot.it/2014/06/il-tao-dellamore.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed:+RInteriore+%28R%C3%A8+Interiore%29 

il bacio,l’unione e l’eros

foto web google

Il bacio rappresenta l’unione ideale tra l’uomo e la donna. Ideale perchè nel “fluido di giada”, come gli antichi taoisti chiamavano la miscela delle due salive, yin e yang vengono a trovarsi in perfetta armonia…in tal senso si potrebbe dire che il bacio sia del tutto androgino.

Nello Yang Seng Yan Ming Lu (Differire il destino nutrendo la vita) , un testo risalente al V secolo d.C., lo scambio di saliva prodotta dal bacio, avrebbe un potere nutritivo pari a quello dei cinque cereali; inoltre avrebbe proprietà purificanti per lo stomaco meglio di qualsiasi altro medicinale, depurando il sangue dallo zucchero, placa la mente e migliora il colore della pelle. cura delle anemie ) e le vitamine  C,K,H,B2,B5,B6 e B8.
Inoltre contiene endorfine ed encefaline, queste sostanze vengono prodotte dal nostro corpo ed hanno la stessa strttura molecolare dell’oppio ed anche molti dei suoi effetti.
Infine, nella saliva è presente è presente il fattore di crescita dell’epiderme che determina l’effetto cicatrizzante con proprietà cosmetiche. Si potrebbe anche considerare la saliva come una sorte di panacea, un meraviglioso energetico e vitalizzante e, allo stesso tempo, uno psico farmaco naturale dall’azione analgesica.

Quando baciamo, dovremmo cercare di raggiungere un completo rilassamento di tutti i muscoli della faccia, della bocca e della lingua; e quando le due bocche non riescono più a distinguersi, quando diventano un’unica  bocca, solo allora sarà possibile vivere pienamente ed intensamente tutto l’eros che scaturisce dall’unione.

Non esiste, pertanto, chi bacia e chi è baciato. Esiste solo il bacio.

http://diarioquotidianoditaoista.blogspot.it/2013/03/il-baciolunione-e-leros.html

ORGASMO E ILLUMINAZIONE

Il Tao del SessoNon è facile riassumere brevemente l’essenza del Tao, anche perché, secondo il più famoso aforisma taoista, “Il Tao che può essere spiegato non è più Tao”. In ogni caso, la parola cinese “Tao” significa semplicemente “la via” ma, nel contesto della cosmologia taoista, indica sia l’esistenza sia lo stato di non-esistenza da cui l’esistenza stessa ha origine. 

Il Tao è la consapevolezza che sta al cuore dell’esistenza manifesta, ma anche di quella non percepibile attraverso i sensi. E’ la stessa consapevolezza che fa crescere l’erba, girare i pianeti e splendere le stelle, ma anche quella che esiste nel più profondo dell’essere. 

Infinitamente creativo, il Tao ha creato tutto ciò che esiste, ma non può essere visto né percepito: è contemporaneamente ovunque ed in nessun posto. La sua totalità non può essere semplicemente conosciuta. Solo quando si riesce a vuotare la mente ed a lasciar penetrare la consapevolezza nel profondo di sé fino a sperimentare uno stato di silenzio interiore, allora si è raggiunto il Tao. 

E’ necessario quindi che l’intelletto lasci spazio ai sensi, alla capacità di concentrarsi sulle sensazioni corporee piuttosto che sui pensieri, fino a che la mente, libera da interferenze, arriva a percepire soltanto il presente, operando all’unisono con il corpo. Solo così, secondo i maestri taoisti, ci si può sentire in pace con se stessi e con il mondo. 

In questa prospettiva, l’unione sessuale è molto importante perché accentua la capacità di percepire attraverso i sensi e rallenta l’attività della mente razionale. Inoltre, poiché, per dare origine alla creazione, il Tao, l’indivisibile, si è dovuto dividere nel principio femminile (Yin) ed in quello maschile (Yang), il rapporto sessuale, ossia l’unione di Yin e Yang, simboleggia il ritorno trascendentale all’unità. Nel momento dell’orgasmo, è possibile addirittura, per un istante, percepire l’unione con il Tao ed essere illuminati. 

Perciò è comprensibile che il “Tao del sesso” occupi un posto fondamentale tra gli Otto Pilastri del Taoismo (gli altri sette sono il Tao della Filosofia, il Tao della Rivitalizzazione, il Tao della Dieta Bilanciata, il Tao della Dieta del Cibo Dimenticato, il Tao dell’Arte del Guarire, il Tao della Supremazia e il Tao del Successo), di cui occorre seguire i principi per arrivare a padroneggiare completamente la propria condizione umana. 

Un primo principio fondamentale del Tao del sesso è rappresentato dalla necessità, per l’uomo, di trattenere il proprio seme. La tradizione taoista afferma l’esistenza di un conflitto tra i sessi, generalmente rappresentato come opposizione naturale e gioco dinamico tra Yin e Yang, che si esprime nei rapporti sessuali. In questo conflitto, l’uomo risulta più debole della donna, perché, a differenza di quest’ultima, perde energia con l’orgasmo, eliminando, con ogni eiaculazione, dai 200 ai 500 milioni di spermatozoi, ognuno potenzialmente in grado di generare un essere umano. 

Secondo il taoismo, la produzione di un seme così potente richiede un terzo del fabbisogno di energia quotidiano e affatica soprattutto il sistema ghiandolare e quello immunitario, compromettendo, a lungo andare, lo stato di salute del soggetto. 

Tale situazione può far sì che il maschio si senta in inferiorità nei confronti della donna, la quale gode invece di un’energia yin considerata inesauribile, e nutra nei suoi confronti un risentimento inconscio, il che probabilmente spiega perché gli uomini abbiano sempre cercato di reprimere il sesso femminile. Con le sue tecniche per la ritenzione del seme maschile, dunque, il Tao del sesso si propone di correggere questa disparità, al fine di creare un rapporto più armonioso tra i due sessi e quindi una società più armoniosa. 


LA SUPERIORITA’ SESSUALE DELLA DONNA
 

Secondo i taoisti, la superiorità della donna in campo sessuale ha dei motivi biologici: i suoi organi sessuali devono essere in grado di svolgere compiti assai gravosi come la gravidanza, il parto e l’allattamento. Ma anche la donna perde energia attraverso i suoi organi genitali, e lo fa non con l’orgasmo bensì con le mestruazioni. Il sistema sessuale femminile è composto di quattro parti – la vagina, l’utero, le ovaie ed i seni — in relazione tra di loro. 

Si tratta di una relazione evidente durante la gravidanza, il parto e l’allattamento, eventi durante i quali le mestruazioni si interrompono. Nella gravidanza, il sangue che altrimenti sarebbe andato perduto va invece a nutrire il feto. Dopo la nascita, lo stesso sangue si trasforma in latte. Le mestruazioni riprendono soltanto dopo l’allattamento. 

Attraverso un particolare metodo denominato “Esercizio del Daino” (lo stesso che, in un’altra forma, consente di controllare anche l’eiaculazione maschile), è possibile stimolare gli organi sessuali femminili e bloccare le mestruazioni. Quando lo si pratica, il corpo reagisce come se ci fosse un bambino a poppare regolarmente, e il sangue affluisce al seno, invece che nell’utero, ridando energia a tutto il corpo. Per millenni questo metodo è stato usato – non solo per la pianificazione familiare, ma anche per conservare un aspetto giovanile – da molte donne che sono così riuscite a mantenere la loro bellezza anche dopo aver dato alla luce vari figli. 

La tecnica in questione, come le altre tecniche sessuali taoiste, è piuttosto complessa e va spiegata con molta precisione. Perciò, a chi fosse interessato alla sua applicazione consigliamo quantomeno di leggerla attentamente su “Il Tao del sesso” del dottor Stephen Chang (Edizioni Mediterranee), insieme a numerose altre tecniche per la coppia. 

Su “Tao Yoga dell’amore” del maestro tailandese Mantak Chia (Mediterranee), invece, si possono trovare soprattutto delle tecniche che consentono di sviluppare la potenza sessuale maschile, oltre a dettagliati esercizi da eseguire in coppia (possibilmente con la supervisione di una guida esperta) per trasformare l’energia sessuale. Chia spiega che, durante l’eccitazione sessuale, il ching, l’essenza gonadica accumulata negli organi genitali, si espande rapidamente fino ad affluire ai centri superiori del cuore, del cervello e delle ghiandole. 

Evitando l’eiaculazione, questo viaggio dell’energia verso l’alto non s’interrompe, e consente quindi l’aprirsi di canali che dagli organi genitali arrivano alla testa lungo la colonna vertebrale e poi, lungo la parte anteriore del corpo, scendono fino all’ombelico. Così, l’energia sessuale in espansione attraversa tutti gli organi vitali ed armonizza i chakra. Tuttavia, perché ciò si verifichi, i taoisti consigliano di evitare la sessualità non illuminata dall’amore, perché produce squilibrio tra le forze fisiche, mentali e spirituali ed ostacola il vero sviluppo interiore.


LA RESPIRAZIONE DELL’AMORE

Per cominciare a mettere in pratica i principi di cui si parla in questo articolo, vi consigliamo di provare a casa, naturalmente in coppia, questo semplice esercizio di respirazione taoista consigliato nell’ottimo libro “Tantra e Tao – I segreti dell’estasi sessuale” di Gilly Smith, Armenia.

1) Mettete come sottofondo una bella musica rilassante (è consigliabile della musica New Age”), che vi aiuterà a mantenervi rilassati quando inizierete a perdere un po’ il controllo del vostro corpo fisico.

2) Stando in piedi l’uno di fronte all’altra su un tappeto con le gambe divaricate e i piedi paralleli alle spalle, flettete le ginocchia e stendete le braccia in fuori davanti al torace, leggermente piegate all’altezza del gomito. Fate attenzione a non appoggiarvi l’uno all’altra, e a non alzare le braccia per incontrare quelle del partner.

3) Tirate in dentro l’inguine e immaginate la sensazione che provereste se un filo vi tirasse dalla cima della testa verso il cielo e i vostri piedi stessero affondando nella terra.

4) Guardate il partner dritto negli occhi e iniziate a respirare, mantenendo sempre il contatto visivo. La respirazione dev’essere toracica, non addominale, e dovete inpirare ed espirare continuamente dalla bocca, senza interruzioni, un po’ come avviene nella pratica del Rebirthing (vedi nostro articolo su questa tecnica).
Sarà un po’ come un lento affanno che ossigenerà il vostro corpo, facendovi provare, man mano che l’energia sale, una sensazione di prurito e/o di formicolio in corrispondenza dei meridiani energetici.

5) Dopo aver protratto questo esercizio per 15 minuti al massimo (ma all’inizio vi consigliamo di cominciare con 5 minuti, e quindi di aumentare progressivamente la durata fino a quella massima), sdraiatevi sul tappeto e abbracciatevi, sentendo ognuno il corpo dell’altra vibrare dolcemente accanto a sé. Rimanete per un po’ in silenzio, facendo attenzione a percepire l’energia che scorre attraverso di voi. Alla fine, potete rialzarvi e, se ve la sentite, continuare ad assaporare il profondo senso d’intimità così creatosi nell’atto sessuale.

http://divinetools-raja.blogspot.it/2012/10/orgasmo-e-illuminazione.html