La meditazione della luce dorata

27 SETTEMBRE 2015
Risultati immagini per La meditazione della luce dorata

È un semplice metodo per trasformare la tua energia e farla salire verso l’alto. Questa pratica deve essere ripetuta almeno due volte al giorno.

Il mattino è l’ora migliore, poco prima di alzarti dal letto. Quando senti di essere sveglio, all’erta, fai questa meditazione per venti minuti. Praticala subito, immediata-mente, perché quando esci dal sonno sei delicatissimo, e molto ricettivo. Quando esci dal sonno sei freschissimo e l’impatto scenderà molto più in profondità. Nel momento in cui esci dal sonno non sei molto mentale, quindi esistono degli spazi vuoti attraverso cui questo metodo scenderà verso il tuo centro più intimo. E all’alba, quando ti stai svegliando e anche tutta la terra si sta risvegliando, su tutto il pianeta si muove un’immensa onda di energia in risveglio: usa questo flusso, non lasciarti sfuggire questa opportunità.

In tutte le religioni dell’antichità si usava pregare al mattino, all’alba, al sorgere del sole, perché il sorgere del sole corrisponde al sorgere di tutte le energie dell’esistenza. In quel momento si può semplicemente cavalcare l’onda dell’energia che sta salendo: sarà facilissimo. Alla sera è più difficile, perché le energie si stanno ritirando e si dovrà lottare controcorrente. Viceversa al mattino ti puoi abbandonare al flusso della corrente.

Sdraiati semplicemente sulla schiena, come quando vai a letto. Tieni gli occhi chiusi. Quando inspiri, visualizza una luce abbagliante che entra nel tuo corpo attraverso la testa, come se un sole sorgesse proprio accanto alla tua testa. Tu sei un semplice passaggio e la luce dorata si riversa nella tua testa e scende, scende in profondità, sempre più a fondo per uscire dalla punta dei piedi. Accompagna l’inspirazione con questa visualizzazione: la luce dorata ti aiuterà. Ripulirà il tuo corpo e lo colmerà tutto di creatività. Questa è energia maschile.

E quando espiri visualizza un’altra cosa: l’oscurità che entra dalla punta dei piedi, un fiume di oscurità totale, che entra dalla punta dei piedi, e sale, per uscire dalla testa. Respira lentamente e profondamente: questo è il modo migliore per visualizzare. E questa è energia femminile. Ti darà una calma profonda, ti renderà ricettivo, ti tranquillizzerà, ti darà riposo. Opera molto lentamente: appena uscito dal sonno puoi fare respiri molto profondi e molto lenti, perché il corpo è riposato, rilassato.

L’altra ora più adatta è la sera, prima di dormire. Sdraiato sul letto, rilassati per alcuni minuti. Quando senti che stai vacillando tra il sonno e la veglia, proprio in quel punto, ripeti il procedimento e va’ avanti per venti minuti. Se ti addormenti prima di finirlo, va benissimo perché l’impatto rimarrà nel subconscio, e continuerà a operare.

Se ripeti questo metodo semplicissimo  per  tre  mesi,  ti sorprenderai: non avrai più bisogno di reprimerti, la trasformazione sarà cominciata.
La meditazione è l’unica medicina. Per cui lascia perdere i tuoi problemi; inoltrati semplicemente nella meditazione.

Osho: Il libro arancione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *