Scarica l’immondizia

Risultati immagini per gibberish
 Prima di andare a dormire, inizia a fare un po’ di
gibberish, basteranno trenta minuti per svuotarti rapidamente da ogni pattume accumulato.
Di solito abbiamo bisogno di più tempo, per scaricarci:
per tutta la notte non facciamo che ruminare
e i pensieri continuano a macinare, fino a svanire. Lo si può fare in mezz’ora!

 Il gibberish, conosciuto anche come glossolalia, è la
cosa migliore: siediti semplicemente sul letto, spegni
la luce e inizia a emettere suoni senza senso.
Lascia che qualsiasi suono affiori; permetti a
qualsiasi cosa di esprimersi. Non preoccuparti della
lingua, non preoccuparti della grammatica, né di ciò
che stai dicendo. Il significato non è affatto un problema,
questo processo non ha nulla a che vedere
con i significati: più sono privi di senso i suoni che emetti, più sono utili.

 Serve semplicemente a scaricare ogni pattume
dalla mente, il frastuono viene liberato all’esterno.
Dunque, utilizza qualsiasi parola, l’importante è che per te non abbia alcun senso.

 Inizia e non fermarti, la cosa fondamentale è metterci
passione, deve sembrare che tu stia parlando,
come fosse una questione di vita o di morte.

 Certo, dici cose assurde, senza senso, ma non c’è
nessuno, tranne te; comunque parla con passione:
dev’essere un dialogo appassionato. Fallo per trenta
minuti, saranno sufficienti; vedrai che poi ti farai una bella dormita, per tutta la notte.

 La mente accumula rumori, schiamazzi, frastuoni,
e quando ti vuoi addormentare, persistono. Con
il tempo sono diventati un’abitudine: adesso non sai
più come fare a spegnerla, tutto qui; l’interruttore
che accende e spegne la mente non funziona più.

Questo metodo sarà utilissimo: permetterà semplicemente
alla mente di scaricare tutta quella energia
e poi, una volta svuotata, ti addormenterai.
Con i sogni e i pensieri notturni, accade proprio
 questo: la mente tenta di svuotarsi, per essere pronta
il giorno dopo; si deve preparare. Hai semplicemente
dimenticato come porre fine a questo processo,
e più ci provi, più ti senti sveglio; ecco perché
soffri d’insonnia: in questo modo, dormire diventa difficile.

Dunque, il problema non è cercare di dormire;
non ti consiglio di sforzarti in questo senso: come
potresti sforzarti di lasciarti andare? Accade. Non è
qualcosa che devi fare. Puoi solo creare una situazione
in cui possa accadere con facilità, tutto qui.

 Spegni la luce, provvediti di un letto comodo, di
un buon cuscino e di un ambiente caldo e confortevole:
è tutto ciò che puoi fare. Poi, per mezz’ora immergiti
in un monologo veramente appassionato,
per quanto possa essere senza senso, assurdo.
I suoni verranno, esprimili; e un suono porterà all’altro.
In breve ti ritroverai a parlare cinese, francese,
qualsiasi lingua a te ignota. È qualcosa di meraviglioso,
è bellissimo, poiché la lingua che conosci non ti potrà aiutare a svuotarti.
Conoscendola, non permetterai la piena espressione
di ciò che vuoi esprimere. Avrai paura di molte
cose: che cosa stai dicendo? È giusto dirla? È morale?
Potresti iniziare a sentirti in colpa per il fatto che stai dicendo cose tanto sbagliate.

 Viceversa, quando emetti suoni senza senso, non
sai affatto ciò che stai dicendo; eppure i tuoi gesti e
la tua passione faranno benissimo il loro lavoro.

 Osho

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *