Una tecnica per fumatori

 Succhiarsi il dito è meglio che fumare; facendolo,
sarà più facile smettere di fumare.
 È bene comprendere una cosa fondamentale: se ti
succhiavi il dito e hai smesso di farlo, in seguito hai
deciso di fumare, in quanto surrogato.

 Fumare non è il tuo problema reale, sei impotente
al riguardo. Per quanto ti sforzi, non riuscirai mai a
smettere perché, in primo luogo, non è il vero problema;
il problema reale è un altro. Hai cambiato la
messa a fuoco, sostituendo il problema: quello reale
è stato messo in disparte, e uno falso l’ha sostituito.

Adesso non puoi fare nulla al riguardo.
 Il mio suggerimento è questo: scordati completamente
il problema del fumo e inizia a succhiarti il
dito. Non preoccuparti: è qualcosa di bello, è semplicemente
meraviglioso; non c’è nulla di male a farlo e non è affatto dannoso.

 Inizia a succhiarti il dito e, quando inizierai a farlo,
smetterai di fumare. A quel punto avrai la conferma
di essere sul sentiero giusto; quindi, per qualche
mese, continua a succhiarti il dito, facendolo
questa vecchia abitudine, perpetrata negli anni – fumare -, cadrà completamente.
 Succhiati il dito per sei, nove mesi; e non ti vergognare,
perché non c’è nulla di male a farlo.

Dunque, la prima fase di questo metodo è questa:
smetti di fumare e, anziché fumare, succhiati il dito.
Lasciati regredire, torna all’infanzia e, dopo sei o nove
mesi, quando la voglia di fumare sarà completamente
scomparsa, sostituita dal succhiarti il dito, inizia a bere
latte tiepido ogni sera, utilizzando un biberon, lo
stesso che si usa per i neonati… fallo ogni sera.

 Goditi la tettarella, come fosse il seno di tua madre
e non vergognarti. Ogni sera, con regolarità, per
quindici minuti, goditi questo succhiare: ti darà un
 sonno incredibilmente profondo.
 Poi va’ a dormire e resta semplicemente sdraiato
con il tuo biberon. E al mattino, appena sveglio, non
appena apri gli occhi, di nuovo riprendi il tuo biberon e succhia un po’ di latte tiepido.

 Anche durante il giorno, per due o tre volte… non
devi bere molto latte, è sufficiente berne un pochino.
 Dunque, come prima cosa si deve lasciar perdere
la sigaretta, passando al dito; poi anche la suzione
del dito dev’essere lascia cadere. A quel punto ritorna
al seno, in questo caso usa una tettarella artificiale,
e vedrai che a quel punto ogni cosa sfumerà fino a scomparire.

Dopo qualche giorno, sentirai che non è più necessario…
all’inizio berrai dal biberon quattro, cinque
o sei volte al giorno, poi tre, poi due e infine
una… un giorno, all’improvviso, sentirai che non è
più necessario. Ma questo è il processo per spezzare quell’abitudine.

Se lotti contro il fumo, non riuscirai mai a smettere
di fumare. Milioni di persone ci provano, senza mai
riuscirci, e non ci riusciranno mai perché non seguono
l’intera procedura corretta: si deve procedere in
modo estremamente scientifico, si deve arrivare alle cause che si trovano alla radice.

 E la causa alla base è questa: ti è mancato il seno
materno. Non hai potuto averlo quanto avresti voluto.
Quel desiderio è sospeso su di te, non è scomparso;
e con quel desiderio, qualcosa del bambino
insoddisfatto ti accompagnerà sempre. Pertanto, fumare
 non è il vero problema: quel bambino insoddisfatto sarà sempre presente.

 Nel momento in cui affronti l’intero problema nel
 modo giusto, per la prima volta scoprirai di essere
cresciuto. Allorché quel bambino insoddisfatto scomparirà,
e scomparirà il desiderio di succhiare il seno
materno, all’improvviso percepirai un rigurgito di
energia: qualcosa che era ingabbiato è stato liberato. Sarai diventato un adulto.

 Quando ne conosci le cause, le puoi tagliare alla
radice. Senza conoscere quella radice, potrai continuare
a lottare con le ombre, ma rimarrai sconfitto; non potrai mai vincere.

Dunque, fissa un programma della durata di un anno.
 In questo caso, non solo scomparirà la voglia di
fumare; il processo trasformerà anche te. Qualcosa
di radicale, una nota di fondo fondamentale che ti
portava a trattenerti, scomparirà. Il tuo corpo diventerà
più sano e la tua mente diventerà più affilata, lucida e intelligente.
Crescerai da ogni punto di vista…



Osho: La verità che cura. Una farmacia per l’anima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *