Osho: Cambia lo schema della rabbia


 Puoi scaricare qualcosa mille e una volta, ma se

non cambia lo schema di fondo, tornerai ad accumularlo.

Non c’è nulla di male nello scaricare l’energia:

va benissimo, ma in questo sfogo non vi è nulla di permanente.

 I metodi orientali sono del tutto diversi dai metodi

occidentali. Non sono catartici; al contrario, ti allevano

in modo da farti ergere contro il tuo schema di comportamento.

 In Oriente non ci si preoccupa granché dell’energia

che ribolle. Ci si preoccupa dello schema di comportamento,

del meccanismo inferiore che genera

l’energia, che porta a reprimerla e ti rende rabbioso,

triste, depresso e nevrotico. Quello schema dev’essere

spezzato: scaricare energia in eccesso è facilissimo;

spezzare quello schema è difficile, è un compito arduo.

  
Ebbene, cerca di fare qualcosa per cambiare il tuo schema di comportamento.

Tutti i giorni, per quindici minuti, in qualsiasi momento

ti senti di farlo, puoi o vuoi farlo, ritirati nella

tua stanza, chiudi la porta e va’ in collera… ma non

sfogarla. Continua a sforzarti, spingila al massimo,

lasciati avvampare al punto da sentirti impazzire, ma non sfogarla.

  
Non dev’esserci alcuna espressione… non devi

neppure picchiare un cuscino. Reprimila in tutti i

modi possibili, mi segui? È l’esatto opposto di una catarsi.

 Se senti una tensione accumularsi nello stomaco,

se hai la sensazione che qualcosa sta per esplodere,

 tira in dentro lo stomaco; rendilo il più teso possibile.

Se senti che le spalle si stanno tendendo, rendile ancora più tese.

 Fa’ in modo che tutto il corpo sia il più teso possibile,

come se un vulcano ribollisse dentro di te e non

avesse alcuna possibilità di sfogo.

 Questa è la cosa fondamentale da ricordare: nessuno

sfogo, nessuna espressione. Non urlare, altrimenti

lo stomaco scaricherà ciò che è accumulato;

non colpire nulla, altrimenti le spalle si libereranno e si rilasseranno.

 Per quindici minuti continua a surriscaldarti, come

se arrivassi a cento gradi. Per quindici minuti

sviluppa quella tensione fino a toccare un culmine.

Metti una sveglia e finché non suona, spingiti al

massimo delle tue possibilità.

 Quando la sveglia suona, siedi in silenzio, chiudi

gli occhi e osserva semplicemente ciò che accade. Rilassa il corpo.

 Fa’ questo esercizio per tre settimane. Questo surriscaldamento

dell’organismo scioglierà con la forza

i tuoi schemi di comportamento.

Osho: La Verità che Cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *