Osho: La nebbia dorata


Prima di andare a letto, spegni la luce e siediti semplicemente sul letto. 
Chiudi gli occhi, rilassa il corpo e a quel punto 
percepisci l’intera stanza colma 
di nebbia dorata… come se una nebbiolina dorata
scendesse tutt’intorno. 
Visualizzala semplicemente per un minuto, a occhi chiusi. 
Percepisci questa nebbia dorata che scende e, nell’arco di alcuni

giorni, sarai in grado di veder diventare luminosa l’intera stanza, nella tua visione.

 A quel punto inspira e percepisci quella nebbia dorata

mentre viene inalata e scende in profondità nel

tuo cuore. Il tuo cuore è semplicemente vuoto, è svuotato,

e quella nebbia dorata entra in lui, colmandolo.

 Poi espira: di nuovo, senti quella nebbia dorata

che fuoriesce; e di nuovo il tuo cuore diventa vuoto, è svuotato; al suo interno non vi è nulla.

 Questa nebbia dorata ricolma il cuore, il tuo essere

interiore, e poi lo svuota; il tutto con delle semplici

inspirazioni ed espirazioni. Con ogni inspirazione lo ricolmi, con ogni espirazione lo svuoti.

 Fallo per cinque, sette minuti e poi va’ semplicemente

a dormire. Ma ricorda di andare a dormire

dopo aver svuotato il cuore, non sentendoti colmo

di quella nebbia dorata: svuotati e va’ a dormire.

 In questo modo avrai un sonno di qualità totalmente

diversa; sarà più vuoto, qualcosa di più simile

al nulla e al non essere.
 Al mattino, aprendo gli occhi, avrai la sensazione 
di essere stato in una terra totalmente diversa, quasi ti fossi dissolto.
 Al mattino, prima di uscire dal letto, torna a sederti: per cinque minuti ripeti di nuovo questo esercizio.

Ma quando ti alzi, alzati sentendoti colmo di

quella nebbia dorata. Andando a dormire, sentiti svuotato; alzandoti, sentiti ricolmo.

Trattieni in te quella nebbia dorata e alzati, e per

tutto il giorno sentirai scorrere in te un’energia sottile,

un’energia squisitamente dorata.

 La notte, svuotati; di giorno, ricolmati: fa’ in modo

che il giorno sia colmo di pienezza e la notte sia una notte di vuoto.

 Il passo successivo è semplice: resta un osservatore

imparziale. La nebbia dorata entra, tu la osservi.

Ricolma il cuore, tu osservi, sei un semplice osservatore.

Svuota il tuo cuore, tu resti un osservatore.

 In questo caso non sei nessuna delle due cose:

non sei il giorno né la notte, non sei il vuoto né la

pienezza. Sei un semplice osservatore, un testimone imparziale. 
Osho: La Verità che Cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *