Sii un animale!


  
Gli animali hanno un’energia maggiore che scorre

nel terzo occhio, perché tutto il loro corpo si trova

in una posizione orizzontale. L’uomo vive in posizione

verticale; in questo caso l’energia si muove in

contrasto con la forza di gravità e le è molto più difficile

spostarsi verso l’alto: addirittura, arriva agli

occhi solo con uno sforzo immane. E per aprire il

terzo occhio è necessario un flusso fortissimo.

  
Ecco perché le scuole di Yoga usano la posizione

shirshasana, quella a testa in giù, per creare quel flusso di energia.

 A me quella posizione non piace granché, poiché

quel flusso potrebbe essere eccessivo. Lo si può suggerire

solo in casi molto rari, altrimenti potrebbe distruggere

diversi nervi molto sottili; e una volta distrutti,

è molto difficile rigenerarli: sono persi per

sempre. A quel punto, una persona consegue il terzo

occhio all’interno, ma diventa ottusa, rispetto a

qualsiasi altra forma di intelligenza.

  
Viceversa, assumere la postura di un animale è

molto bello. In questo modo non vi sarà un flusso di 
energia eccessivo; non sarà troppo, né troppo poco.

 Scorrerà nella giusta proporzione; e quando assumi

la postura di un cane, e ti metti ad ansimare, farai

un esercizio che aiuta il chakra della gola.

 Il centro situato nella gola e vicinissimo al centro

del terzo occhio, che si trova esattamente al di sopra;

pertanto, nel momento in cui il centro della gola

inizia a essere operativo, l’energia inizia a fluire

dal centro della gola nel terzo occhio.

 Gli animali vivono in un mondo totalmente diverso,

e il motivo è semplicemente questo: la loro

spina dorsale è in posizione orizzontale. L’uomo si è

separato dal mondo animale, a causa della sua spina

dorsale, posta in verticale.

 A volte, è un bene tornare a essere animali. Di

nuovo, quella postura ti da un contatto profondo

con tutto il tuo passato, con tutta la tua ereditarietà;

a quel punto, non sei più qualcosa di separato. 
Sei parte dell’intero regno animale.

  
Quella postura sprigiona in te un’enorme quantità

di energia spontanea, e ti sentirai meno assillato da

preoccupazioni. Penserai di meno, sarai molto più

simile a un semplice animale: essi si limitano a esistere;

senza pensare al passato, senza pensare al presente,

senza pensare al futuro. Esistono semplicemente,
 in questo istante… perfettamente all’erta,

pronti a rispondere, ma senza alcuna idea prefissata. 
Osho

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *