Il gioco della vita

 GURU_Bhagwan_1
‘Se foste tutti assolutamente coerenti, la vita non sarebbe così ricca, sarebbe grigia e spenta.
La vita è ricca perché è un arcobaleno, è psichedelica.
Possiede colori infiniti e cambia continuamente tonalità.
Ed è assolutamente imprevedibile – ecco perché è assurda.
Come mai la definisci assurda?
Perché non riesci a contenerla nella tua logica.
La tua logica le va stretta: la vita è più grande della tua logica, la annienta: bene o male riesci a fare luce su una piccola parte della tua mente, poi arriva la vita e distrugge ogni cosa.
Ma dicendo “assurda”, riveli semplicemente una cosa: che non è logica.
Ma perché dovrebbe esserlo?
Non ha alcun obbligo di essere logica; non ha mai preteso di esserlo.
E’ la mente mediocre dell’uomo che ha cercato di fissarla, in modo da potersi sentire sicuro con essa.
No, non può essere fissata.
La vita è un flusso costante; ed è ridicola, certo, perché non è seria.
E’ ridicola perché è un gioco.
Dio è un gran giocherellone.
Ci sono molte cose assurde.
Tutte queste stelle, a che scopo?
Continuano a muoversi.
Non è un congegno matematico.
Dio ama il lusso, non crede nella necessità; è uno spendaccione, non è affatto un avaro: continua a sperperare la sua energia.
E’ un’energia giocosa – assomiglia a un bambino che sguazza nell’acqua.
Non chiedere perché, non saprebbe cosa rispondere.
Tuttavia se la gode.
Non ha alcun valore economico, ma la vita non è economica, nè politica.
E’ poesia e la poesia è illogica per sua stessa natura.
La poesia è stupenda perché procede a balzi e a saltelli improvvisi.
Osho
http://www.visionealchemica.com/il-gioco-della-vita-2/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *